Condividi con i tuoi amici!

Per te c’è sempre stata. Il pomeriggio dopo la scuola e anche al mattino, se a scuola non ci eri andato. E tutte quelle notti passate insieme, ore e ore fino all’alba, che sembravano solo pochi minuti in sua compagnia. Mai ti ha annoiato, ti ha reso un eroe, un dio, un criminale e fatto vivere avventure straordinarie. E qualcuno ha ancora il coraggio di dire che è il cane, il miglior amico dell’uomo.
Naturalmente stiamo parlando della mitica, unica ed inimitabile Playstation, la console di videogames per eccellenza, che ha da poco compiuto il ventesimo anno di età. StudentiFuori.it vuole celebrare l’amata compagna di mille avventure, ricordando alcuni dei giochi che più hanno allietato la nostra fanciullezza.

#5 Gran Turismo, quando partivi in quarta senza neanche avere la patente

Vent'anni di Playstation: ricordi da videogamer, dalle mele di Crash alle tette di Tomb RaiderBen prima della patente a 18 anni, le nostre prime esperienze automobilistiche iniziano proprio con Playstation e Gran Turismo (GT) è il gioco automobilistico più significativo per Playstation. Si gioca in due versioni differenti: “Arcade”, dove si può utilizzare un nutrito parco auto per sfidare la console o un amico e “Gran Turismo” che consente di sviluppare una vera e propria carriera da pilota, partendo dalla conquista delle patenti ai vari tornei internazionali. L’innovazione di GT sta nell’ampissima scelta di macchine (da corsa, ma anche vettura comuni “da strada”), 11 circuiti diversi su cui gareggiare, la possibilità di sbloccare nuove vetture al raggiungimento di obiettivi, ma soprattutto la possibilità di modificare l’auto in tutto e per tutto, dalla carrozzerie al motore.

È il primo gioco di Playstation che supporta il controllo DualShock con l’odiata/amata vibrazione. Per Playstation 1 sono giocabili due capitoli della serie, il secondo è il gioco per console più venduto di sempre.

#4 FIFA 99, EA SPORT ZZZENEGHEIM!!

Vent'anni di Playstation: ricordi da videogamer, dalle mele di Crash alle tette di Tomb RaiderCome tutti i giochi EA SPORTS è lanciato dal celebre tormentone (che nella versione originale sarebbe “It’s in the game”, ma nei nostri cuori rimarrà per sempre il verso senza senso “ZZZENEGHEIM”) ed arricchito dalla canzone colonna sonora di Fatboy Slim “The Rockafeller Skank” infilata in ogni attimo del gioco e storpiata in qualsiasi maniera da ogni bambino. È il sesto capitolo della fortunata saga calcistica, da sempre in contrapposizione con l’altro gioco di “calcio” (o meglio “l’altro gioco che i giapponesi spacciano come calcistico”, #TeamFIFA per sempre). Non è il migliore, ma è un simbolo per una generazione per, oltre la già citata colonna sonora, le voci storiche che lo commentano: Massimo Caputi e Giacomo Bulgarelli, e la presenza in copertina della versione italiana del Bomber per eccellenza, Bobo Vieri.

#3 Tekken 3, ovvero la fine di amicizie decennali

Vent'anni di Playstation: ricordi da videogamer, dalle mele di Crash alle tette di Tomb RaiderTerzo capitolo della saga (ed ultimo per Playstation 1) è una vera e propria perla del genere picchiaduro. Uscito nel 1997, mostra una grafica ed una giocabilità impensabili per l’epoca. Oltre al picchiaduro puro e semplice, continua la storia della famiglia Mishima e del torneo “Iron Fist”. I fattori che lo hanno fatto diventare un cult sono sicuramente la presenza di diverse personaggi, ognuno con uno stile particolare e una storia che viene fuori nei video alla fine dei match. Completando tutti gli incontri si possono sbloccare nuovo personaggi (tra cui il draghetto Gon, protagonista dell’omonimo manga), costumi e modalità di gioco (come la divertentissima “Tekken Ball”, una sorta di beach volley esplosiva). Oltre alla modalità “Arcade” che segue la storia, era possibile sfidare un amico in scontri 1vs1, che sono stati a volte la causa della fine di molte amicizie e di scontri fratricidi nella vitavera.

#2 Tomb Raider, l’archeologa con le tette triangolari

Vent'anni di Playstation: ricordi da videogamer, dalle mele di Crash alle tette di Tomb RaiderInizia nel 1996 una delle saghe che più appassionato ogni giocatore. Stiamo parlando delle avventure dell’archeologa inglese più squadrata e sexy della storia dei videogame: la bella archeologa inglese Lara Croft. Con la sua treccia, i suoi movimenti geometrici, i suoi salti goffi ed il seno triangolare, Lara Croft ci ha catapultati in luoghi inesplorati con ambientazioni da Indiana Jones (molti sono gli omaggi al film presenti nel gioco) e indovinelli da risolvere, chiavi da trovare e rompicapi che spesso hanno portato poveri bambini al limite dell’umana sopportazione. Il fatto che la protagonista fosse un’eroina, ha reso il gioco appetibile anche al pubblico femminile (oltre ad aver rilanciato la moda della treccia). Nel 2001 un eroe, che risponde al nome Simon West, ha diretto il primo film sulla nostra archeologa preferita interpretata da Angelina Jolie, realizzando così il sogno di milioni di bambini (e padri, date le tutine indossate dall’attrice nel corso della pellicola).

#1 Crash Bandicoot e l’indecifrabile farfugliare della maschera Aku Aku

Vent'anni di Playstation: ricordi da videogamer, dalle mele di Crash alle tette di Tomb RaiderNon poteva mancare questo gioco storico alla nostra rassegna. È probabilmente il più amato e odiato. Quelle maledette casse ce le sogniamo ancora la notte. E poi cosa diceva quella maledetta maschera? BURDEGA? UNDERGA? GIANNIMORANDI? Non lo sapremo mai penso. Ma il solo ricordo delle avventure di quella simpatica canaglia d’un Bandicoot che, con l’aiuto della maschera Aku Aku, tenta di sconfiggere il malefico dottor Neo Cortex, fa riaffiorare il bambino che è ancora in tutti noi. Una menzione d’onore non può mancare al magnifico Crash Team Racing, che unisce le divertentissime corse di kart al classico spirito di Crash.

Bei ricordi, vero? Quali erano i vostri giochi preferiti?

P.S. piano piano, sottovoce

Tutto questo vi ha fatto diventare incredibilmente nostalgici e vorreste fare un tuffo nella vostra infanzia, ma la vostra Playstation è ormai ko? Non dovete fare altro che scaricare un emulatore di playstation per pc (PSX Emulator è uno dei migliori) ed utilizzare i vostri vecchi CD o in alternativa pescare i giochi, tutt’ora disponibili, in qualche torrente. Buon divertimento!


Condividi con i tuoi amici!