Condividi con i tuoi amici!

Il pesarese balla male (reinterpretando liberamente Fabri Fibra), nel senso che è costretto a spostarsi dalla città per trovare una discoteca decente.
Se il video de “L’italiano balla” è ambientato a Rimini e a Riccione, un motivo c’è. Da queste parti siamo a due passi dalla Riviera romagnola e si trovano le discoteche più famose d’Italia, con la loro fama (bella e brutta).
Ecco un elenco per città delle più frequentate dai fuori sede a Pesaro.

RIMINI

Velvet – via S. Aquilina, 21 (Google Maps)
Sito web – Facebook – Twitter – YouTube – FourSquare

Condivide con altri locali della riviera soltanto la data di nascita: 1989. Per il resto è una delle discoteche più alternative di Rimini, sia nell’aspetto che nella playlist (rock, elettronica, afro, dubstep, reggae e Anni ’60).
Oltre alle tre sale, ai due palchi e al bar, c’è una pizzeria. Inoltre, dal 2007, la discoteca ospita anche la Factory, un’area dedicata alle arti performative e visive.
La navetta per il Velvet parte dalla fermata davanti al Burger King nella piazza antistante alla stazione di Rimini.

 

Coconuts – Lungomare Tintori, 5 (Google Maps)
Sito web – Facebook – Twitter – YouTube

Una normalissima discoteca sul lungomare. Approfittate soltanto delle serate speciali o se siete in compagnia di studenti Erasmus, perché di cool (come dicono loro) ha soltanto la posizione geografica all’interno di Rimini.
È molto bello passeggiare sul lungomare all’alba, verso maggio, e non è lontanissimo dalla stazione. Venti minuti a piedi, con il gruppo giusto, possono essere divertenti. Consigliabile verso l’estate.

 

Classic Club – Via Feleto, 15 (Google Maps)
Sito web – Facebook – MySpace

La discoteca gay più famosa della Romagna. Specializzata nella house, sempre nella playlist della Black Room, ma con un calendario strapieno di serate a tema nella Green Room o sulle Terrazze (Anni ’80, Cartoon, Rock e tante altre…). Provvista di sala karaoke e… a-ehm… qualche altra sala, è famosa anche per i matinée dalle 5 del mattino (con festa in piscina in estate).
Depositaria da 25 anni della cultura gay locale, ha anche un sito Internet che funge da community, da guida gay di Rimini e da archivio di photogallery e racconti erotici.
Dopo mezzanotte, è disponibile il servizio navetta gratuito dalla stazione di Rimini.
Ingresso con tessera.

RICCIONE (RN)

Cocoricò – Viale Chieti, 44 (Google Maps)
Sito web –  Facebook – Twitter

Una delle discoteche più importanti d’Italia, aperta da quasi 25 anni. La sala principale si trova sotto una grande piramide di vetro, ben visibile sulle colline di Riccione. Il locale ha numerosi spazi abbastanza diversi: le sale più grandi sono tre (Piramide, Titilla e Morphine), ma sono anche presenti aree minori riservate alle donne o al pubblico gay. La specialità del Cocoricò resta comunque la musica techno, anche se le forti influenze house degli ultimi anni si fanno sentire anche qui. Arrivando in treno dopo le 23, è possibile usufruire del servizio navetta.

GABICCE MARE (PU)

Baia Imperiale – Via Panoramica Gabicce Mare (Google Maps)
Sito web

Nonostante abbia un sito Internet fatto ancora in Comic Sans MS, Baia Imperiale è la discoteca più importante del confine Marche-Romagna, conosciuta anche in Europa per la sua struttura a tema. La discoteca, infatti, richiama le atmosfere dell’Impero romano e le sue quattro piste sono disposte su diversi livelli in collina tra scalinate, colonnati e terrazze. Non è specializzata in un genere musicale preciso ma, come la stragrande maggioranza delle discoteche, preferisce assegnarne uno a ogni sala, in base alla serata.
Tra quelle presenti in questo articolo non è la più economica, ma la grandezza della struttura e la posizione panoramica a strapiombo sul mare rendono ancora più memorabili le serate che passerete a Baia Imperiale.
Le navette partono solitamente da Riccione ma, per maggiori informazioni, vi consiglio di telefonare allo 0541-950312.

FANO (PU)

Vanilla Music Club – Via Arco d’Augusto, 53b (Google Maps)
Facebook

Tra quelle presenti in questo elenco, è la più vicina. Meno imponente delle concorrenti romagnole (consigliabile dunque se vuoi evitare al 100% risse e tamarri) e, come le poche discoteche presenti nel pesarese, un po’ over 30.

URBINO

Q Club – Via Nazionale Bocca Trabaria Sud, 5 (Google Maps)

Non è particolarmente conosciuta dai fuori sede a Pesaro. Due sale: Mainroom e Privee. Considerata la frequenza e gli orari dei collegamenti tra Pesaro e Urbino, forse è meglio optare per le discoteche romagnole. Inutile specificare la gran comodità, invece, per gli studenti di Urbino che non vogliono allontanarsi molto, essendo costretti a dover passare da Pesaro per andare nelle discoteche romagnole. Senza un’automobile, una serata rischierebbe di diventare mezza giornata.

SENIGALLIA (AN)

PensieroStupendo – indirizzo ignoto, ma trovi le indicazioni qui.
Sito web – Facebook

Discoteca gay di Senigallia un po’ fuori mano. Si entra con la tessera. Niente più di una normalissima discoteca.

E voi? Siete d’accordo con questa lista o avete altre discoteche da suggerire? Scrivete pure nei commenti qui sotto 😉


Condividi con i tuoi amici!