Condividi con i tuoi amici!

Per la serie “stupisco anche mia nonna”, oggi vi presentiamo una ricetta speciale. Il Biancomangiare è un dolce tipico siciliano, ma è diffuso anche nel resto d’Italia, soprattutto in Valle d’Aosta e in Sardegna. Deve il suo nome alla prevalenza del colore bianco tra gli ingredienti. Si hanno notizie della sua preparazione già nel medioevo.

La ricetta antica prevede l’utilizzo di latte di mandorle (fatto con le mandorle tritate…non quello preconfezionato), ma una versione più economica prevede l’utilizzo del latte a cui aggiungere cannella e limone per insaporire! Ecco la “nostra” versione della ricetta!

Ingredienti

  • 1 l di latte
  • 200 gr di zucchero
  • 70 gr di amido di mais (o comunque di amido per dolci)
  • 1 limone
  • Cannella in polvere

Per decorare: a piacere o con

  • Pistacchi sgusciati o tritati
  • Cannella in polvere
  • Scaglie di cioccolato

Procedimento

  1. Versare in una pentola il latte, ed a fuoco molto lento/lento iniziare a scaldare il latte. Appena tiepido (quasi freddo) spolverare un po’ di cannella e mescolare fin quando non sarà assorbita. Aggiungere lentamente lo zucchero e mescolare per farlo sciogliere.
  2. Sempre mescolando, aggiungere piano piano l’amido di mais evitando la formazione di grumi. Portare il fuoco da molto lento a lento/medio. Appena il composto appare uniforme, ma ancora liquido, aggiungere la buccia del limone precedentemente tritata finemente (deve avere la consistenza della polvere. Si può fare con una grattugia a trame molto fini…oppure con coltello e tanta pazienza). Se si vuole, aggiungere una ulteriore spolverata di cannella. Mescolare di continuo per evitare che il composto attacchi o si formino grumi.
  3. Il dolce è pronto quando supera la prova della goccia: si fa scivolare una goccia su di un piatto pulito tenendolo in verticale, se la goccia scivola giù molto lentamente, il piatto è pronto. (in alternativa, se si ha pratica in cucina, si può determinare anche con la goccia che cade dal cucchiaio o dalla frusta con cui si sta mescolando).
  4. Appena pronto, toglierlo dal fuoco e versarlo in stampini mono porzioni o in bicchieri o in qualunque altro contenitore si possa trovare. Importante è inumidire precedentemente il contenitore che si utilizzerà per non fare attaccare il dolce.
  5. Per decorare si può spolverare la base del contenitore con della cannella (in modo che ribaltandolo risulti in superficie) oppure, una volta girato, si possono aggiungere scaglie di cioccolato, la stessa cannella o i pistacchi o le mandorle.

Nota: io per mescolare uso il mestolo di legno, altri usano le fruste (ma io non mi ci trovo proprio…!)

Biancomangiare

Ringraziamo Cetti per la ricetta e la foto!


Condividi con i tuoi amici!