"Basta, dal prossimo anno giuro che vado a vivere da solo!" Quante volte lo hai detto?

Condividi con i tuoi amici!

Tuttavia sono pochi quelli che alla fine, per fortuna o per possibilità economica, hanno veramente tenuto fede alla promessa; ma anche le minoranze meritano la loro attenzione, e così in questa serie di articoli ci occuperemo di tutti quelli (come me) che hanno scelto, o ci stanno seriamente pensando, di andare a vivere in un monolocale. Partendo dalle basi, il primo problema è, ovviamente, come scegliere la nostra futura dimora: meglio in una casa antica o in un condominio nuovo? Al primo o all’ultimo piano? Letto a scomparsa oppure a due piazze che si deve stare ben comodi anche in due? Ognuno ha le sue esigenze, ma in generale ci sono degli accorgimenti che sono validi per tutti noi studenti, sia nella scelta di una camera che di un monolocale.

Edificio, posizione e tipologia

Edificio

Anzitutto, la posizione del monolocale. Per esperienza personale ti consiglio di non scegliere una stanza situata all’ultimo piano di un palazzo: le mansarde tendono sempre ad essere più calde d’estate e fredde d’inverno rispetto agli altri appartamenti; oltre al fatto che, spesso, avrai un soffitto in pendenza e sarai costretti a far emergere le tue doti da contorsionista. Una buona scelta non è nemmeno abitare al piano terra, anche se certe volte, magari dopo la palestra, i gradini sembrano veramente degli ostacoli insormontabili: in genere avrai infatti la strada proprio sotto la finestra, esposto a tutti i rumori urbani e magari agli sguardi di chi non si fa i fatti suoi. Un monolocale al centro invece, magari secondo o terzo piano, molte volte raggruppa i vantaggi delle due precedenti categorie, minimizzandone i difetti: caos ridotto grazie all’altezza, minore dispersione del calore, scale non eccessive e magari possibilità di stendere i panni fuori dalla finestra.

Divisione degli spazi

Divisione degli spazi

Secondo dilemma è la divisione degli spazi. Non dare retta a quelle agenzie che ti diranno che la cucina inserita direttamente in camera da letto è una comodità unica e valorizza gli spazi: pur di “valorizzare” sarebbero capaci di farti dormire in una cuccia. E poi, ci sarà un motivo se in tutte le sacrosante case i fornelli sono separati dal resto delle stanze? Certo che c’è! Quando cucinerai, e magari come il 90% degli studenti fuori sede brucerai anche qualcosa, se avrai dato retta all’agenzia di prima, la puzza del cibo rimarrà attaccata a tutto il tuo monolocale per il resto della vita. Aprire le finestre, facendo entrare in inverno una colonia di pinguini, non servirà a nulla: dovrai imparare a convivere con l’odore di cipolla fritta. Quindi, se sei ancora in tempo ad evitare il disastro, cerca sempre un posto dove tra bagno, cucina e camera da letto ci siano delle porte; forse questo, più di tutti gli altri consigli, può veramente salvarti la vita.

Il letto

Materasso

Infine, il letto. Ognuno di noi impiega una grossa percentuale della propria vita a dormire, quindi sarà pure il caso di farlo bene no? Non mi metterò a fare la reclama di Eminflex, dicendo quale materasso sia più adatto a sonni tranquilli, ognuno ha le sue preferenze. Tuttavia, quando andai ad abitare nel mio nuovo monolocale, la proprietaria mi aveva messo (maliziosa) un letto matrimoniale; solo che, obbiettivamente, un letto di quelle dimensioni occupava troppo spazio. Decisi quindi, e consiglio a te di fare lo stesso, di farci mettere un letto ad una piazza e mezzo: ingombra di meno ed in due ci si sta comodi lo stesso. Bè, che c’è? Non si sa mai…

Ricordatevi anche di provare il letto in questione, verificate che il materasso non sia il modello sottiletta dell’IKEA e che la struttura non rumoreggi particolarmente. Dovrete riposarci sopra, deve essere comodo.

Non finisce qui

Nel prossimo articolo parleremo di come ottimizzare gli spazi e delle piccole ma fondamentali regole che dovreste autoimporvi per non finire sommersi da sporcizia e caos cosmico, dato che da soli non potrete contare sulla benevolenza del vostro coinquilino che pulisce per voi.

Tu, invece? Preferisci stanza singola, doppia… o ti trasferiresti volentieri in un monolocale?


Condividi con i tuoi amici!