Condividi con i tuoi amici!

Nonostante gli anni ’60 vedessero il quartiere Labicano già protagonista dello scenario LGBT, si è dovuto attendere il 2007 affinché Via San Giovanni in Laterano fosse ufficialmente dichiarata la Gay Street della bella Roma. Oggi ti accompagno in questa caratteristica stradina, punto nevralgico dell’urbanistica barocca della città di Roma.
Questa distesa di sampietrini (belli sì, ma chiedilo alle drag coi tacchi 15!) collega quel Titano del Colosseo con l’omonima basilica di San Giovanni in Laterano. La strada è ricca di bar, pub, ristoranti e negozi: ovviamente ti racconterò dei miei preferiti, quelli dove ho trascorso gran parte delle serate dei primi anni romani.

Mangia e bevi, pizza e coming

Pole position per il Coming Out e My Bar, i primi due locali che incontri passeggiando con le spalle al Vecchio Gigante. L’atmosfera è sempre frizzante, i barman gentili ed esperti (alcuni anche moooolto sexy) e i prezzi più che abbordabili. Una sambuchina ghiacciata after dinner con mosca e vedrai che goduria! Ovviamente mai bere a stomaco vuoto, quindi ti consiglio la pizzeria Pizza Forum. Tolto il fatto che a mio modesto parere (sono un campano) vengano sfornate tra le più buone pizze della città (non me ne vogliate, ma quella cosa secca e croccante non è pizza ma ostia) l’ambiente è così semplice e accogliente da farti sentire a casa con gli amici.

La gay street romana, guida rapida per forestieri

SOS compleanno

Ti è mai capitato di ricordare alle h 22 che il giorno seguente ricorre il compleanno del tuo lui/lei? Cazzo, e mo?! No panic! Tra la pizzeria e il digestivo trovi Souvenir, un delizioso negozio “rainbow” (aperto fino a mezzanotte e oltre). Il nome può portarti un po’ fuori strada in quanto non ci trovi dentro solo cartoline e calamite: dall’intimo alla letteratura LGBT passando per gadget e sexy toys. Unica raccomandazione, andateci senza bancomat altrimenti non riuscirete a pagare l’affitto di maggio!

La gay street romana, guida rapida per forestieri

E il dessert?

Facciamo il punto: abbiamo mangiato, fatto il ruttino e scampato alla tragedia della settimana.

(Voce fuoricampo) “Che nun te lo magni un gelatino?”
(Coscienza) “Ma che ce vado a fa in palestra”
(Voce fuori campo) “ormai è tardi! Guarda alla tua destra!”

Eccoci qui. Sempre proseguendo la nostra passeggiata in direzione San Giovanni in Laterano, al civico 120 trovi Ice Cream Bears. Non è una gelateria, è un luogo di culto per chi ama il gelato e non si preoccupa dell’etto in più. Nata e cresciuta come gelateria gaia è un simpatico punto di ritrovo anche e non solo per la comunità Bear (come dici? Ah non sai chi siano i Bear? Ma dai, un po’ di ingegno… “Non si preoccupa dell’etto in più”, “Teddy Bear”, un po’ di pelo qui e là… Dai, componi il tutto… Esatto quello).

Il tour ormai è finito e io me ne ritorno a casa, di solito dignitosamente accompagnato… 1-0 per lo scribacchino!

La gay street romana, guida rapida per forestieri

Foto di: Andrea Allen e LotusHead

Condividi con i tuoi amici!