Condividi con i tuoi amici!

Bene giovane studente fuorisede! Se hai avuto la fortuna o la sfortuna di essere entrati nella casa dello studente avrai a che fare con dei bizzarri luoghi altresì conosciuti come cucine condivise!

Che roBBa è?

Come facilmente intuibile, il rapporto cucine-stanze non è molto proporzionato, ergo potresti ritrovarti a condividere la cucina con dieci-barra-venti persone… Il che implica una faticosissima corsa ai fornelli. E non è una novità che dieci-barra-venti persone siano un numero considerevole, se sei abituato alla tua casetta con tre-barra-quattro persone in periferia. Il sudiciume e la trascuratezza alle volte possono raggiungere livelli molto alti. A ben pensarci, sembra più di stare in un documentario di National Geographic sulla caccia alle antilopi, rispetto che in una cucina.

Bene… Consigli?

Prima cosa: tutto quello che porti deve tornare in camera, o entrerà nel cosiddetto “pubblico dominio”: categoria nota ai giuristi, per tutti gli altri corrisponde ad una dimensione spazio-temporale completamente opposta alla TUA, dove la TUA pentolina (o peggio ancora, cibo comprato con tanta fatica e denaro) verrà spedita.

Secondo: “il minimo indispensabile”. Cosa serve per cucinare e mangiare? Portati dietro il minimo che serve. Fai la pasta? Portati una pentolina con uno di quei coperchi bucati, eviterai di portarti anche lo scolapasta. E i piatti… Beh, di carta sono più economici, non si rompono e poi, quando non ti servono più, butti tutto nel secchio della spazzatura e chi ci pensa più.

Il cibo

Bene hai la possibilità di rinchiudere il cibo in qualche scaffale chiuso a chiave? Usalo come se fosse una cassaforte di sicurezza. I frigoriferi comuni evitali come la peste. Non prendere roba che scade o da tenere in fresco. Non lasciarla in giro. Non parlarne con nessuno. C’è sempre qualcuno che assume le fattezze di un orso Yogi in giro in cerca di cestini di piccoli studenti affamati!

E quindi mi raccomando, buon appetito e… Attenti a orsi e buchi neri! Alla prossima puntata!

La cucina nella casa dello studente, nuove prospettive di un ambiente non proprio banale

Foto di: Sharon Crawford e bertknot

Condividi con i tuoi amici!