Condividi con i tuoi amici!

Quando ho scoperto che la maggior parte dei miei amici non riusciva a cuocere i Sofficini in un modo quanto meno decente sia per l’occhio che per il palato, mi sono reso conto di avere una dote soprannaturale.

Ora, non che ci voglia una laurea (almeno per questo risparmiamocela…) ma friggere quei stramaledetti Sofficini Findus senza bruciarli non è proprio facile come scrivono sulla scatola. Metti un poco d’olio dicevano. Pronti in 3 minuti dicevano. No! Il Sofficino perfetto ha bisogno di tempo, cure e amore.

#1 La padella

Per prima cosa, mettete i Sofficini ancora surgelati in una padella piccola. Vanno cotti due alla volta, non di più.

Per evitare che si sovrappongano, metteteli in modo che i lati non curvi combacino.

#2 L’olio

Adesso lasciate pure piangere il vostro portafogli in un angolo e versate l’olio ai lati dei Sofficini finché questi non saranno coperti quasi completamente: deve rimanere giusto uno spazietto per farli respirare.

Tranquilli, non verranno unti e straunti.

#3 La cottura

Accendete il fornello a fuoco medio e lasciate scaldare i Sofficini. In questo modo si scioglierà pian piano anche l’interno più ghiacciato.

Un paio di minuti dopo, quando l’olio si sarà ben riscaldato, alzate un Sofficino per controllare la doratura e, se vi sembra abbastanza ingiallito, voltatelo pure dal lato opposto.

Ripetete l’operazione non più di due volte. A quel punto potrebbe essere già troppo tardi e il Sofficino potrebbe essersi già bruciato.

#4 Esponi e mangia

Se hai seguito alla lettera tutti i passi, avrai cucinato Sofficini così soffici e dorati che potrai vantarti per il resto della tua vita. Per renderli croccanti al punto giusto, metti due fogli di scottex o tovaglioli di carta su di un piatto e poggiali lì per far assorbire l’olio. Gioca due minuti col Carletto in regalo e… buon appetito!

cuocere i sofficini


Condividi con i tuoi amici!