Condividi con i tuoi amici!

Come secondo appuntamento sulla citylife di Madrid di cos’altro potevo parlare se non di associazioni studentesche e comunità per giovani stranieri? Ce ne sono davvero molte nella capitale spagnola: sempre attivissime e diverse tra loro in base alle diverse esigenze. Quindi una volta atterrati, arrivati nel centro della città con le vostre megavaligie, lo zaino come bagaglio a mano e la cartina di 4mt quadrati completamente aperta, vi girerete intorno col naso all’insù e una sensazione di spaesamento che per un attimo potrebbe oscurare il vostro smisurato entusiasmo. Il secondo passo, dopo essersi assicurati un tetto sicuro sulle spalle per il periodo di permanenza, sarà scoprire la città ed il paese, conoscere gente, migliorare la lingua e soprattutto divertirsi: tutto questo è ciò che vi aiuteranno a fare questi meravigliosi ragazzi che fanno parte dei team di due associazioni di cui vi parlo questa settimana.

ESN Erasmus Student Network

L’Erasmus Student Network è una estesa rete europea di associazioni di studenti fondata nel 1990 con l’appoggio della Commissione Europea la cui finalità è quella di aiutare gli studenti universitari durante la loro esperienza di intercambio culturale nelle diverse città straniere. Per farvi capire i numeri sono presenti in più di 400 università di più di 36 paesi e molto probabilmente ne avrete sentito parlare anche nella vostra. I servizi sono pensati per aiutare gli studenti in arrivo (ma anche di ritorno) rendendo il processo di integrazione positivo. Coloro che ci lavorano sono spesso volontari, studenti universitari della facoltà che andrete a frequentare, che potrete incontrare nei corridoi o nelle aule, perché il principio reggente è “studenti che aiutano studenti”.
Si fa solitamente una tessera d’iscrizione del costo di 5€ che vi darà diritto a sconti in negozi, locali o musei e accesso a tutte le attività culturali e sportive, ai viaggi organizzati, ai servizi di sostegno per la ricerca di un alloggio, legali e burocratici o informativi. Ogni università ha il suo, con ufficio dedicato, tessera con sconti dedicati e tante attività diverse ogni settimana. Saranno loro a darvi il benvenuto, a organizzare molti dei vostri weekend, invitarvi alle serate più divertenti, agli incontri per gli scambi linguistici, alle partite di pallavolo. Ma non è solo una tabella di marcia o una guida che ti spiega i quadri attaccati alle pareti del Museo del Prado. ESN sarà una seconda famiglia nel giro di poche settimane, sarà il luogo dove probabilmente ricorderai di aver conosciuto le persone migliori di tutto il periodo erasmus o universitario.
E magari tornando a casa saprai quanto loro hanno fatto per te e come hanno arricchito la tua esperienza, così potrebbe venirti voglia di ricambiare il favore e di diventare uno di quegli studenti che fanno parte del team-famiglia! Cosa che potrebbe aiutare anche il tuo senso di nostalgia per il periodo erasmus dandoti la possibilità di rimanere in contatto con giovani stranieri amanti del viaggio e dell’avventura come te.

Per chi parte: ESN-Spain , ogni università ha poi il proprio sito dedicato con orari d’ufficio, informazioni, eventi e viaggi organizzati, e molto altro
Per chi torna: ESN-Italia.

Network e community: la seconda famiglia di un Erasmus a Madrid

Be Madrid

Be Madrid (exchange student community) è una comunità che svolge un ruolo simile a quello delle ENS, ma si trova solo a Madrid e nonostante ciò che recita il nome non è riservato esclusivamente agli Erasmus o agli iscritti all’università. Tutti i giovani che sono emigrati per un’avventura o che lavorano a Madrid possono trovare in Be Madrid una community altrettanto accogliente e pronta ad aiutarli. I servizi sono pressappoco gli stessi di una ESN: aiuto con l’alloggio, organizzazione di viaggi di gruppo (in Spagna o paesi limitrofi) a prezzi vantaggiosi, serate e feste in molti locali, aperitivi linguistici, eventi sportivi e tanto altro. Il team dirigenziale conta anche qualche italiano che innamoratosi della città e dell’atmosfera madrilena ha colto l’occasione per lavorare in un posto stimolante e sempre a contatto con giovani da tutto il mondo.
Ce ne sono poi molte altre, ufficiali e gestite dall’Ayuntamiento de Madrid o ufficiose, con scopi e particolarità differenti. Ma quello che è certo è che anche se lontani da casa e all’inizio di un’avventura di cui non si sa ancora nulla, non si è certo soli o abbandonati a se stessi. E anche quando siamo autosufficienti a cui piace cavarsela da soli, anche se non abbiamo bisogno di particolari consigli o aiuti tecnici, di certo la compagnia e filosofia di vita che questi ragazzi trasmettono potrebbe aggiungere qualcosa in più al nostro soggiorno breve o lungo.

Le cose che si organizzano sono ogni giorno moltissime e diverse quindi non c’è mai un momento libero per chi ha voglia di divertirsi, imparare, giocare o conoscere nuovi luoghi.

Network e community: la seconda famiglia di un Erasmus a Madrid

Foto di: Lucia Uccellatore

Condividi con i tuoi amici!