Arriva prima o poi, per chiunque decida o debba intraprendere la propria carriera universitaria in un luogo lontano dalla patria natìa, il momento di lasciare gli affetti e muovere verso quella che diventerà la sua futura casa. Spesso mi è capitato di voler fare regali in qualche modo attinenti al trasloco delle amiche, ad esempio per compleanni a ridosso della partenza, oppure come semplice pensierino (anche per farmi perdonare qualche dimenticanza). Dunque questo pezzo è dedicato a tutti coloro i quali vogliono far sì che la giovane fuori sede alle prime armi non si ritrovi del tutto impreparata alla vita da sola… E, soprattutto, vogliono avere un pretesto per andare a trovare la suddetta amica con la scusa del “voglio vedere come ci sta”.

Cosa regalare alle amiche future studentessefuori

Il cruccio fondamentale però non sta nella macrocategoria, come Mastrota insegna gli oggetti per la casa vanno dai materassi alle biciclette… Dunque entriamo un po’ nello specifico per ricercare ciò che effettivamente la neofuorisede potrà volere nella propria casetta.

#0 Cibo

E’ ovvio che la cara Mariuccia, la nostra amica fuori sede, dovrà nutrirsi, ma è altrettanto chiaro che a questo tendenzialmente provvederanno già mamme, nonne e papà con i classici pacchi Marshall mensili. Dunque potremmo scartare l’opzione alimentare, e occuparci di tutto il resto.

Non farti prendere dallo sconforto, amico regalatore: la tua fortuna è che, quando si tratta di casette e ragazze fuorisede, la scelta è pressoché infinita. Ed ecco per te una breve lista delle categorie più apprezzate (e più economiche) su cui buttarsi alla ricerca del regalo perfetto.

#1 Ninnoli carichi d’amore

Portafoto, poster che vi ritraggono, elementi che immediatamente fanno pensare alla vostra amicizia: sicuramente la fuori sede in uno dei suoi “momenti no” potrà sentirsi un po’ più allegra, guardandosi in giro per casa e vedendo quella tovaglietta che hai fatto cucire da nonna utilizzando vecchie mutande di tuo padre.

#2 Gli oggettini non così inutili

Poggiapentole, tovagliette, portasaponette, antiscivolo per la doccia, salino&pepino, portapenne, contenitori di ogni forma e dimensione, cavatappi, lampade, scolapasta e chi più ne ha più ne metta: sono tutti quegli oggetti che la nostra fuori sede livello 0 trascurerà durante la sua prima tappa all’IKEA. E se ne pentirà quando non saprà dove mettere la sua infinita collezione di shampoo nella doccia.

#3 Gli oggettini totalmente inutili

Tappi per bottiglie a forma di cactus, stickers di silicone da attaccare a muri e finestre a forma di farfallina, o pallini, o stelline, il portatelecomando, il giardinetto zen da mettere sul tavolo, fermalibri, candele, vasetti colorati: insomma tutte quelle cose che la nostra sprovveduta studentessa non acquisterebbe mai, e di cui non sentirà mai la mancanza. E che comunque servono. Tu, che ti sei improvvisato arredatore di interni solo per regalare qualcosa alla tua cara amica in partenza, devi tenere a mente due cose, prima di approcciarti all’acquisto: primo, la tua amica per l’80% delle volte abiterà in un tugurio spoglio, e secondo, nel 99% dei casi la tua amica non avrà mai il becco di un quattrino per provvedere a comprare qualcosa per ravvivare il suo nuovo ambiente. Quindi se il tuo primo impulso è di optare per qualcosa di eccentrico provvedi pure, vedrai che a qualcosa servirà. L’unica accortezza che devi avere mentre ti approcci all’acquisto è che le case universitarie non sono ville da 1000 metri quadri, dunque evita di regalare cose ingombranti.

Cosa regalare alle amiche future studentessefuori

#4 Cancelleria

Altro elemento necessario e gradito alle studentesse è la cancelleria spicciola: astuccini, pennine, gommine, quadernini etc etc sono pensierini utili e apprezzati da tutte le ragazze che mentre si avviano a lezione si ricordano di aver dimenticato qualsiasi cosa che potrebbe servire per seguire le lezioni. Se poi tu e i tuoi collaboratori avete voglia di fare un pensierino più sostanzioso, una cartella per sostituire il vecchio zaino di Barbie non sarebbe una cattiva idea.

Cosa regalare alle amiche future studentessefuori

#5 La piccola viaggiatrice

Se poi la vostra amica potrebbe perdersi perfino in casa sua, un altro regalo gradevole potrebbe essere una mappa e una guida della città in cui si trasferirà, magari accompagnata da pennarelli colorati, agendina e penna per segnare ogni volta posti che ha visto, cose che le sono piaciute di più, luoghi utili nelle vicinanze… E una volta concluso l’anno, la mappa potrebbe addirittura diventare un bel pezzo unico da attaccare alle pareti di casa.

La cosa più difficile per ogni studentefuori è iniziare a sentirsi a casa nella propria nuova casa; certo, la nuova vita, le nuove amicizie, i nuovi posti sono elementi unici che ogni studentefuori desidera e adora soprattutto i primi tempi, quando ancora non sono parte della routine. Il problema è che tornare nella cameretta vuota alla sera, sola, i primi tempi sarà molto difficile: portarsi un pezzo di “casa” nella nuova casa potrebbe essere un modo per farle sentire meno la mancanza (e soprattutto spingerla a invitarti più spesso).

E adesso è l’ora dello shopping caro regalatore: le presine non aspettano!